LSF e accesso

Coordinatori: F. Carsughi, P. Mariani, A. Scherillo
  • Come garantire l’accesso alle LSF nei prossimi 5 e 10 anni?
  • Come garantire finanziamenti per esperimenti, dottorati e post-doc presso LSF?
  • Come garantire rappresentatività della comunità nei processi decisionali per e nelle LSF?

Documenti del gruppo di lavoro

Il documento “LSF e accesso”, preparato da Flavio Carsughi, Paolo Mariani e Antonella Scherillo, riporta sia una descrizione degli aspetti salienti dei contratti che hanno regolato dal 2014 a oggi l’accesso dei ricercatori italiani alle due principali sorgenti europee di neutroni attive, ISIS e ILL, che del contributo italiano alla strumentazione di ESS.

I dati riportati evidenziano come la recente forte diminuzione del contributo italiano a ILL stia inducendo effetti disastrosi per l’accesso a ILL, fatto che fa temere effetti analoghi anche per quanto riguarda ISIS.

Il documento ricorda il ruolo del CNR nel gestire a nome del MIUR i contratti che regolano l’accesso al beam time presso le suddette facilities di ricercatori provenienti da Enti di Ricerca (in primis CNR e INFN) e Università, e pone il problema della ricerca dell’istituzione che possa rappresentare e difendere al meglio gli interessi della comunità e che possa permettere un’inversione della tendenza negativa in corso.
Gli argomenti trattati nel documento sono al cuore dell’esistenza della SISN e di assoluta rilevanza per tutti i soci della SISN e, più in generale, per tutti i ricercatori interessati alla neutronica.

Download del report “LSF e accesso”

Invitiamo quindi tutti voi a dare la vostra opinione, i vostri suggerimenti e a stimolare una discussione attorno ai temi presentati nel documento, scrivendo a: f.carsughi@gmail.com, p.mariani@univpm.it e antonella.scherillo@stfc.ac.uk, mettendo in CC l’indirizzo info@sisn.it.